martedì 30 settembre 2008

Dalla seconda lettera di Bush ai Repubblicani

"In culo agli agenti di borsa di Wall Street, che pensano di essere i padroni dell'universo; quei figli di puttana si sentono come Michael Douglas/Gordon Gekko e pensano a nuovi modi per derubare la povera gente che lavora. Sbattete dentro quegli stronzi della Enron a marcire per tutta la vita… e Bush e Cheney non sapevano niente di quel casino?! Ma fatemi il cazzo di piacere!" - Edwar Norton in La 25° ora (Spike Lee)

*  *  *

"Bush sarà ricordato come il peggior presidente degli ultimi 200 anni...il percorso che ci ha portato a questo punto è esattamente lo stesso del 1929...una ricetta diabolica di avidità, indebitamento, speculazione, laissez-faire...me li ricordo quegli anni, la crisi che non finiva e il presidente Herbert Hoover e il ministro del tesoro, Andrew Mellon che non alzavano un dito. Il miliardario ed il banchiere, proprio come adesso." - Paul Samuelson, premio nobel per l'economia, 29 settembre 2008

lunedì 29 settembre 2008

La piazza e il palazzetto

"Salva l'Italia" o "Delirio" ? La piazza di Roma o il palazzetto di Ancona? La manifestazione del 25 ottobre di Veltroni o lo spettacolo del 28 settembre di Beppe grillo ? In attesa che questi due luoghi della politica-spettacolo, queste due forme di opposizione, inizino un dialogo (!) opto per il palarossini.
Soldi ben spesi: Grillo è stato al solito graffiante, sornione, convincente, a tratti messianico e sempre moderatamente comico.
Nota di colore: la divisa comprendeva la solita camicia nera, pantaloni neri e scarpe nere Tod's.
Nota di dolore: il biglietto comprendeva il lubrificante verbale (eau d'artiste).

giovedì 25 settembre 2008

E' il comandante che vi parla

Forse un accordo è stato raggiunto, forse la telenovela avrà fine e si parlerà d' altro.

mercoledì 24 settembre 2008

Bancarotta Sicilia

Oggi ho comprato Libero. Credo sia la prima volta in vita mia.
Ma quel titolo "Bancarotta Sicilia" meritava veramente. Finalmente, mi son detto, anche se è un foglio di destra (leggi leghista ) ecco che fa un'inchiesta e spara anche dalla sua parte: la Sicilia è retta da diverse legislature e con ampissime maggioranze da uomini del Pdl e Catania, il comune sull'orlo del fallimento, lo stesso.

Beh, resto deluso dall'articolo, dove in gran parte si accusa l' appesantimento dell'apparato pubblico, diventato un ammortizzatore sociale, uno stipendificio per i mantenuti della casta.

Ma tantè: va bene lo stesso, qualche piccolo passo avanti nella costruzione di un'opinione pubblica e di una stampa, che deve formarla, un po' più libera dal "tifo" politico.

Magari vendendo le copie e non ricorrendo alla droga dei finanziamenti pubblici. Io oggi li compro.

P.S. Cittainsieme, movimento catanese, organizza a Catania un incontro sull'attuale situazione finanziaria del Comune e sugli effetti che deriverebbero se dovesse dichiararsi il dissesto finanziario. Lo scopo dell'incontro è quello di spiegare tecnicamente cosa vuol dire dichiarare il "dissesto finanziario" e se questo può portare vantaggi o svantaggi alla cittadinanza, rispetto alla situazione attuale.

martedì 23 settembre 2008

pianeta in riserva

23 settembre: oggi è l'Earth Overshoot Day, è il giorno dell'anno in cui si esautiscono le risorse rinnovabili e gli esseri umani viventi continuano a sopravvivere chiedendo in prestito al futuro, ai nostri figli insomma.
Nel 1995 cadeva il 21 novembre. 
In definitiva quest'anno per sopravvivere servirà quasi un pianeta e mezzo. E se tutti gli esseri umani avessero il livello di vita degli Stati Uniti, di pianeti ne occorrerebbero cinque.


domenica 21 settembre 2008

La Storia non si cambia, si riscrive !

«Credo che dovremo avere tutti la massima e assoluta attenzione nei confronti delle follie di chi addirittura arriva a dire, magari soltanto per ragioni politiche interne, che bisognerebbe cancellare Israele dalla carta geografica. Qeste sono cose a cui noi dobbiamo dare il senso che hanno e non crediamo siano reali. Però già una volta c'era un tal signore che all'inizio sembrava un democratico e che poi ha fatto quel che ha fatto e voi purtroppo sapete a chi mi riferisco».
 Silvio Berlusconi, parlando all'associazione ebraica Keren Hayesod di Parigi che gli ha conferito il premio Personalità dell'anno


all'inizio era democratico Hitler? Quando scrisse il Mein Kampf? Quando organizzava le squadracce? 

Fort Alemanno

Questi anni si stanno caratterizzando per un ritorno al passato; un guardare indietro in politica, religione, economia. 
O almeno io così la vedo.
Il pontificato di Ratzinger si identifica nella messa in latino.
La politica italiana, in mano a Berlusconi e ai notabili eredi del Pci e della Dc si connota nell'abolizione delle preferenze e nello sbarramento ai partiti minori (ma non microscopici, se in alleanza con loro).
E la globalizzazione che doveva renderci tutti più ricchi ci stà portando una recessione mondiale, con la finanza che affoga in un mare di costosissimo greggio.
Partendo da quest'ultimo aspetto, quello di una crisi mondiale, ma diciamo soprattutto occidentale,  si nota che di pari passo vanno in crisi le certezze con cui si era cresciuti: posto di lavoro fisso; liste di collocamento; diplomi e le lauree con un certo valore; l'ambientalismo; la sicurezza sul lavoro; la lotta alla povertà nel mondo, all'invadenza clericale nelle nostre vite (addirittura siamo al punto che farmacie negano i preservativi); la scala sociale, che a dispetto delle nostre origini poteva portarci più in alto dei nostri padri, verso un'agiatezza borghese.
Fino a qualche anno fa multinazionali quali McDonald's (fast food) si affannavano a recuperare i clienti perduti con pubblicità dove esaltavano le qualità e l'origine autoctona della loro carne e inserivano formaggi francesi, ortaggi italiani e così via. Ma i fatturati scendevano. Oggi la sua pubblicità torna a puntare sul basso prezzo e i fatturati dal 2001 (dopo mucca pazza e dopo la paura di attentati) al 2007 sono passati da 418 milioni di euro a 678. A dispetto della crisi, o forse proprio a causa di essa. Lo stesso, tanto per fare un altro esempio vale per Ikea (fast furnishing), che in Italia dichiara una crescita di quasi il 6% nel 2007.
E in tutto il Paese i negozi di cineserie aumentano e i nostri guardaroba vedono sempre più camicie e maglie made in China e sempre meno griffe. Generazione "tutto a un euro".

Certo, anche da una crisi così, di cui non s'intravvede la fine, qualcosa di buono può venir fuori: pare che l'aumento della benzina abbia causato in agosto un calo dei consumi dell' 11%. Nei primi otto mesi dell'anno vendute e bruciate seicentotrentunomila tonnellate di carburante in meno ! 
Altro che domeniche a targhe alterne!
Anche i furti d'auto sono in calo del 24% negli ultimi 7 anni,  ma questo sinceramente non saprei come inserirlo nel quadro generale: forse ciò è in relazione con il proliferare dei partitini politici degli ultimi anni. I rimborsi elettorali sono più tranquilli della ricettazione dei motori fire delle punto rubate. Boh...
E a proposito di politica: la legge elettorale delle ultime due tornate, la porcata calderolian-berlusconiana, ci ha espropriato della possibilità di eleggere chichessia. Un elettore può solo, restando schiavo del suo tifo politico, votare o "noi" o "loro". Senza sprecare nemmeno il voto utile per le "ali".
Tanto se uno osasse forzare il proprio tifo e decidesse di votare "di là" per punire la sua coalizione, cosa troverebbe? Potrebbe scegliere il candidato meno peggio? No. Allora...
Resta la possibilità di non votare ma anche lì, si rischia di far la fine della non espressione dell'intenzione di donare l'8 per mille: se non dichiari nulla se lo spartiscono lo stesso Stato e Vaticano. Mentre in politica se voti scheda bianca c'è il rischio di finire in qualche chiavetta USB, a dar retta a Deaglio.
E cosa ha prodotto l'ultima elezione con il sottinteso patto Veltroni/Berlusconi? Oltre alle non preferenze che permettono alle segreterie dei (2) partiti di fare le liste a loro piacere, anche le soglie di sbarramento anti partitini. 
In sostanza tre o quattro persone decidono come dev'essere composto il Parlamento.
Ora: che una semplificazione fosse necessaria lo chiedevano tutti, anche io. Ma che ci si riducesse a due, impegnati poi in bicameraline e inciuci vari, non credo sia utile al Paese e alla concorrenza politica.
Credo che sia mooolto più utile (ed è la mia proposta) semplificare la nascita e il prolificare dei partiti personali tramite la NON CONCESSIONE DEI RIMBORSI ELETTORALI se non si supera una soglia del 10%, ma se votati poi possono e devono essere eletti. 
Centomila voti gli italiani non li negano a nessuno ma se poi, mettiamo Lista Wanna Marchi o Partito dei Tassisti , non ricevessero finanziamenti pubblici (né loro, né i loro invenduti giornalacci, né i loro imparentati portaborsette) e dovessero pagarsi la voglia di politica da soli, allora credo che i partiti scenderebbero ad un livello fisiologico e diciamo "ideologico". 
E dopo questa furbata di Veltroni, potere e parlamento semplificato sono andati a Berlusconi e ai suoi alleati destra. Che subito han messo mano alla sicurezza...dell'immagine. Via i processi per la legislatura e via la monnezza (ma è sparita? In virtù di qualche proprietà antropica della politica?) giù a testa bassa verso la pancia degli italiani: immigrati, zingari, omosessuali, esibizione muscolare militare, il tutto con contorno della riscrittura della Storia, auspicata da Dell'Utri e anticipata dal duo La Russa-Alemanno.
Rivalutare la Repubblica sociale di Salò, il fascismo come subente il male assoluto nazista, assalto all'arma bianca ai partigiani e all'antifascismo e addirittura allargare il conflitto a Garibaldi, Cavour e Mazzini: un'alleanza innaturale tra il siciliano Lombardo e il lombardo Bossi. Tutta roba che non costa soldi ma solletica la pancia di taluni italiani, pochi o tanti che siano.
Un' altra cazzuolata di cemento
 a tutto questo l'ha portato ieri il sindaco di Roma Alemanno, ormai asserragliato dentro al suo fortino sul Monte Capitolino, che ha addirittura mandato un cuscino di fiori per ricordare non i 48  bersaglieri rimasti uccisi per prendere porta Pia e creare Roma capitale d'Italia, festeggiata ieri 20 settembre,  ma per ricordare i diciannove soldati papalini.
Le istituzioni italiane non ricordano la nascita della nazione ma festeggiano quelli dell'altra parte:  lo stato pontificio o i fascisti di Salò, van bene tutti, basta differenziarsi da chi ha fatto la Costituzione. 
Non fanno i conti col passato: lo riscrivono.
En attendant Nerone (il primo ad incendiare un campo plebeo).

giovedì 18 settembre 2008

Paolini & Co.

E ci lamentiamo del nostro Paolini, disturbatore degli inviati TV ?

Alla CNN hanno persino i pomicioni gay in diretta !!!




ordinary people


Girl im in love with you 
This ain't the honeymoon 
Past the infatuation phase 
Right in the thick of love 
At times we get sick of love 
It seems like we argue everyday 

[Bridge] 

I know i misbehaved 
And you made your mistakes 
And we both still got room left to grow 
And though love sometimes hurts 
I still put you first 
And we'll make this thing work 
But I think we should take it slow 

[Chorus] 

We're just ordinary people 
We don't know which way to go 
Cuz we're ordinary people 
Maybe we should take it slow (Take it slow oh oh ohh) 
This time we'll take it slow (Take it slow oh oh ohh) 
This time we'll take it slow 

[Verse 2] 

This ain't a movie no 
No fairy tale conclusion ya'll 
It gets more confusing everyday 
Sometimes it's heaven sent 
Then we head back to hell again 
We kiss then we make up on the way 

[Bridge] 

I hang up you call 
We rise and we fall 
And we feel like just walking away 
As our love advances 
We take second chances 
Though it's not a fantasy 
I Still want you to stay 

[Chorus] 

We're just ordinary people 
We don't know which way to go 
Cuz we're ordinary people 
Maybe we should take it slow (Take it slow oh oh ohh) 
This time we'll take it slow (Take it slow oh oh ohh) 
This time we'll take it slow 

[Verse 3] 

Take it slow 
Maybe we'll live and learn 
Maybe we'll crash and burn 
Maybe you'll stay, maybe you'll leave, 
maybe you'll return 
Maybe another fight 
Maybe we won't survive 
But maybe we'll grow 
We never know baby youuuu and I 

[Chorus] 

We're just ordinary people 
We don't know which way to go 
Cuz we're ordinary people 
Maybe we should take it slow (Heyyy) 
We're just ordinary people 
We don't know which way to go 
Cuz we're ordinary people 
Maybe we should take it slow (Take it slow oh oh ohh) 
This time we'll take it slow (Take it slow oh oh ohh) 
This time we'll take it slow

martedì 16 settembre 2008

I metodisti


(da La Repubblica)  Ai parroci i depliant su come non fare figli

Due depliant colorati che spiegano i metodi anticoncezionali "ammessi" dalla Chiesa. A riceverli sono stati i sacerdoti che partecipavano alla "Tre giorni del clero", incontro ufficiale della diocesi bolognese. Il primo dépliant, colorato e vivace, illustra il celebre metodo Billings. L´altro, più spartano, propone il meno noto «Metodo sintotermico di Rötzer». Entrambi comprendono un elenco dettagliato (indirizzi, telefoni) di medici e consultori diocesani disponibili a impartire le istruzioni necessarie per "conoscere e regolare la fertilità". O almeno così spiegano gli opuscoli, cartoncini colorati su cui il termine "anticoncezionali" non viene mai usato. Leggi l'articolo
[16 settembre 2008]

percentuali di riuscita? Quante gravidanze indesiderate lascia passare questo "regolatore naturale" ?

martedì 9 settembre 2008

Nemo condom in patria


http://tv.repubblica.it/copertina/la-farmacia-anti-profilattici/23862?video

Una farmacia che per motivi religiosi non vende i profilattici. 

Un paese in regime di libertà laica limitata.


C'è qualcosa di nuovo sotto il sole...

Oggi non è successo nulla. Nulla di nuovo.
Un sindaco di destra e un ministro di destra riabilitano il fascismo; una coppia di gay malmenata nei pressi del Colosseo (ma sempre lì li pizzicano?); una centrale nucleare francese lancia un allarme; l' Artico è sempre più circumnavigabile; a Napoli tifo a curve chiuse (tra i tifosi infiltrazioni camorristiche? Ragazzi, la statistica è una scienza!); un governatore di regione a processo, ex socialista, si difende accusando i poteri forti; la Cassazione sentenzia che il responsabile di un cane è il suo padrone e un ministro lancia l'idea: da oggi i cani sempre al guinzaglio, specie quelli pericolosi.

Cazzo mi sono svegliato a fare?

lunedì 8 settembre 2008

Canemucca

Curiosando per i candidati al Macchianera Blog Awards 2008, mi sono imbattuto nel candidato blogger rivelazione 2008 CANEMUCCA
...aaaaahhh...come una Piña Colada fresca 




e perché no anche questo... :)) 




domenica 7 settembre 2008

L'invincibile Armata

"In Italia serve una nuova generazione di politici cattolici, che abbiano rigore morale e competenza". 
Benedetto XVI, durante la messa celebrata a 
Cagliari il 7 settembre 2008

*  *  *

"Ho chiesto il porto d'armi. Anch'io voglio la pistola."
Maurizio saia, senatore Pdl


mercoledì 3 settembre 2008